Comunicato dell’Associazione Parenti e Amici

Giovedì 5 maggio 2008 sono stati effettuati a Bruxells e a Parigi arresti e perquisizioni contro alcuni militanti del Soccorso Rosso/Associazione Parenti e Amici dei Prigionieri Comunisti, il Comitato Solidarietà/Libertà e l’Unione dei Giovani Progressisti Arabi. Due di questi compagni sono accusati di non aver rispettato le condizioni della libertà condizionale a loro concessa. Sono inoltre accusati di essere direttamente coinvolti nell’inchiesta della cosidetta operazione “Tramonto”, che ha portato all’incarcerazione dei nostri cari dal febbraio al novembre 2007. Come “Associazione Solidarietà Parenti e Amici degli Arrestati il 12/02/2007” ci stringiamo attorno ai compagni e la compagna arrestati e perquisiti e ai loro familiari.
Dal giorno degli arresti del 12 febbraio 2007 abbiamo conosciuto la violenza della repressione che incarcera chiunque si mobiliti e si organizzi per aprire la strada verso un reale percorso di cambiamento di questa società corrotta. Ma contemporaneamente alla ferocia repressiva abbiamo conosciuto la forza della solidarietà di classe capace di spezzare le catene dell’isolamento e di far vivere le idee e la lotta di tutti i prigionieri e le prigioniere rivoluzionari.

Rafforziamo il filo rosso della solidarietà di classe internazionalista!
Uniti si vince
!

I commenti sono chiusi.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: