Appello 25 aprile a Milano

APPELLO ALLA MANIFESTAZIONE DEL 25 APRILE A MILANO
Il processo di primo grado contro i compagni arrestati nell’ambito dell’Operazione Tramonto, sta volgendo al termine. Lunedì 4 maggio 2009 si terrà l’ultima udienza; facciamo appello per questo giorno perché ci sia un’ampia partecipazione al presidio di solidarietà che si terrà alle 9.30 davanti al tribunale di Milano. Come parenti e amici degli arrestati il 12 febbraio 2007, saremo anche in piazza a Milano il 25 aprile per rivendicare l’internità dei compagni e della compagna al movimento di classe, a quello antifascista ed antimperialista. Le richieste di condanna, 200 anni di galera e quasi 300 mila euro da parte della PM Bocassini “toga rossa”, e quelle avanzate dalle parti civili dello Stato della crisi e delle stragi sui posti di lavoro, del “sinistro” senatore antioperaio Pietro Ichino e dei fascisti di Forza Nuova, vorrebbero essere un monito; il deterrente per tutti coloro che credono sia giusto lottare per cambiare questa società fatta solo di miseria e sfruttamento. Anche per questo saremo in piazza, ma soprattutto perché la repressione che ha colpito i nostri cari è parte integrante di un tentativo di riscrittura della storia: equiparando comunismo, antimperialismo e rivoluzione a “terrorismo”. Allo stesso modo vengono etichettati come terroristi tutti i popoli che resistono alla barbarie della guerra e si oppongono all’occupazione della loro terra. È il prosieguo dell’operazione politica portata avanti in Italia per riabilitare il fascismo accusando i partigiani di essere criminali: “banditen” li chiamavano allora, così oggi chiamano i compagni “terroristi”. In questo disegno si smaschera l’opportunismo del Partito Democratico che insieme al PDL ha presentato una proposta di legge, in discussione proprio in questi giorni, con la quale si intende affermare la “pari dignità” nella “partecipazione al conflitto” della seconda guerra mondiale di tutti i combattenti, i partigiani, i deportati e i repubblichini! D’altronde il 25 aprile sfileranno anche tutti quei partiti sinistroidi artefici di aver spianato la strada alla mobilitazione reazionaria, ed è così che oggi in un clima razzista e xenofobo vengono concessi sempre più spazi a fascisti e neo nazisti, come lo scorso 5 aprile proprio a Milano per un convegno europeo organizzato da Forza Nuova. I partigiani di ieri, che hanno pagato il prezzo più alto contro il fascismo e l’oppressione, contro la guerra e l’ignoranza, ci hanno insegnato che la resistenza non è mai finita, che la lotta continua fino alla conquista di una nuova società.
IL 25 APRILE, IN PIAZZA A MILANO, CITTÀ MEDAGLIA D’ORO DELLA RESISTENZA, URLEREMO A GRAN VOCE: RESISTERE ALLA REAZIONE E AL FASCISMO! LIBERTÀ PER I COMPAGNI E PER TUTTI I POPOLI OPPRESSI!
Ass. Parenti e Amici

I commenti sono chiusi.

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: